È prevista una detrazione pari al 65% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100.000 € da suddividere in 10 anni.

Fra le detrazioni fino al 50% si può segnalare il Bonus finestre ed infissi, agevolabile sia con l’Ecobonus, che con il bonus ristrutturazioni, mentre per quanto riguarda le detrazioni fino al 65% si può citare gli interventi di coibentazione dell’involucro opaco.

Le modalità per accedere alla detrazione sono: pagamento delle spese attraverso bonifico con causale e codice fiscale di chi beneficia della detrazione e partita Iva o codice fiscale del soggetto beneficiario del bonifico; tecnico abilitato o dichiarazione resa dal direttore dei lavori; certificazione energetica dell’immobile da parte della Regione o Ente locale; invio della comunicazione ENEA Ecobonus entro 90 giorni dal termine dei lavori.


Gli interventi di efficientamento energetico nei condomìni usufruiranno di bonus graduati in base all’entità dei lavori e ai risultati raggiunti. Si partirà dal 65% come nelle singole abitazioni, ma si potrà salire al 70% se l’intervento interessa almeno il 25% dell’involucro edilizio, ad esempio quando si dota l’edificio del cappotto termico. Gli incentivi potranno arrivare al 75% nel caso in cui l’intervento porti al miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva. Gli incentivi saranno validi per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Le detrazioni saranno calcolate su un ammontare delle spese fino a 40mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. Il rimborso avverrà in cinque anni anziché in dieci.